Noleggio a lungo termine: ancora più vantaggi per agenti di commercio e rappresentanti
757 0


Buone notizie per gli agenti di commercio, promotori finanziari, agenti assicurativi e rappresentanti che ricorrono al noleggio a lungo termine per la propria attività.
La Legge di bilancio, già nel 2017 aveva introdotto per loro maggiori vantaggi fiscali: l’articolo 1, al comma 37 del provvedimento ha infatti, innalzato del 43% i valori limite di deducibilità all’80%, previsti in proposito dall’articolo 164, comma 1, lettera b del testo unico delle imposte sui redditi (il cosiddetto Tuir). Il testo finanziario 2018 non ha modificato la materia, lasciando confermati i nuovi parametri anche per l’anno in corso.

VANTAGGI FISCALI
Per i rappresentanti e gli agenti di commercio la normativa in vigore prevede che i canoni di noleggio possono essere dedotti dell”80% fino ad un tetto massimo annuale di 5.164,57 euro, superiore di ben 1.549,37 euro rispetto al precedente limite (che, ricordiamo, era di 3.615,20 euro). Di fatto, la deduzione massima è quindi passata da 2.892,16 euro a 4.131,66 euro.
Oltre al costo sostenuto per l’affitto del veicolo, nei contratti a lungo termine possono essere portate sempre in deduzione all’80% senza limiti di spesa le spese accessorie: quelle relative all’immatricolazione del veicolo, al bollo, all’assicurazione, ai servizi quali il soccorso stradale e l’auto sostitutiva, la manutenzione ordinaria, il cambio gomme.

Costi legati all’Iva detraibili al 100%
Per quanto riguarda la detraibilità dell’Iva pagata sul noleggio, il DPR 633/1972 prevede sempre per rappresentanti e agenti di commercio il 100%, senza cifre limite, da effettuare in sede di dichiarazione dei redditi.

 

AUTHOR